Sono diventato membro di MPI - Meeting Professionals International - 29 anni or sono. Nel 1993 ho preso la certificazione CMP, Certified Meeting Professional. Questa certificazione è amministrata dall'Event Industry Council – federazione di 32 Associazioni di organizzatori di convegni. Ho collaborato e collaboro coll'EIC per gli aggiornamenti dei testi validi per le certificazioni. Nel 1996 ho proposto a MPI e promosso la certificazione CMM – Certification in Meeting Management – inserendo nel suo percorso elementi di "scienze affluenti", come Psicologia, Sociologia, Neurologia, Drammaturgia, Definizione degli Obiettivi, Marketing, e altre.

Da 35 anni ho il privilegio di progettare, gestire e valutare tutte e quindici le tipologie di convegni in cinque continenti e di documentarne molte in 1200 articoli e sei libri pubblicati.

Nel 1994 ho scritto il libro Il Meeting Planner: Un Professionista tra Sociologia e Marketing, libro che include la ricerca epistemologica per l'accreditamento della specializzazione professionale. Sulla copertina di questo libro c'è l'immagine di un "direttore" che dal palcoscenico di un teatro ringrazia il pubblico applaudente al termine di uno spettacolo. Ma non è solo, è circondato dagli attori. Questo perché i convegni si realizzano con il contributo di diversi specialisti e tecnici.

Nel 2014 ho trovato la soluzione al problema che mi ponevo: diffondere gli elementi di professionalità tra tutti coloro che collaborano alla realizzazione dei convegni, senza pretendere che tutti debbano sapere tutto ciò che un meeting executive deve sapere.

È nato così il progetto di certificazione a tre livelli che riguarda:
I meeting executive (CME-it), ovvero coloro che progettano, gestiscono e valutano i convegni
I meeting specialist (CMS-it), ovvero i promotori di congressi, i gestori di sale e spazi per convegni e fiere, e gli assistenti congressuali
I meeting technician (CMT-it), livello che include guide e accompagnatori di convegnisti, tecnici di prenotazioni logistiche viaggi e trasferimenti, e team builder.

Il suffisso dei marchi indica la lingua in cui è stata conseguita la certificazione (-it per l'Italia, -es per la Spagna, -ru per la Russia, ecc.).

Il progetto della certificazione professionale ha superato la fase pre-normativa per il riconoscimento ISO-UNI che, una volta ottenuto, consoliderà il suo valore.

I meeting executive si certificano superando un test di 160 quiz su tutti i 32 capitoli del manuale.
I meeting specialist si certificano superando un test di 110 quiz su 20 capitoli relativi alle singole specializzazioni.
I meeting technician si certificano superando un test di 55 quiz su 11 capitoli relativi alle singole specializzazioni.

I contenuti di sei capitoli del manuale sono obbligatori per tutti i livelli e le specializzazioni.

Il processo di certificazione presuppone la compilazione di una scheda che riporta i capitoli e gli argomenti di pertinenza e i riferimenti per effettuare il bonifico per avere il diritto a ricevere i capitoli del manuale e a sostenere gli esami.

Tra i benefici della certificazione professionale annoveriamo:
- Il comprendersi meglio tra colleghi e fornitori parlando lo stesso linguaggio
- La sistematizzazione del nostro settore professionale
- L'accreditamento a livello nazionale ed internazionale
- Il progresso nella carriera
- L'acquisizione di nuovi clienti e di maggiori commesse dai clienti acquisiti
- L'accrescimento della visibilità personale e professionale.

COMITATO SCIENTIFICO
I componenti del Comitato Scientifico hanno il compito di aggiornare periodicamente il manuale per la certificazione in base all'evoluzione della professione. Hanno anche il compito di produrre i quiz a risposta multipla per gli esami.
Tutti i componenti del Comitato Scientifico hanno una lunga esperienza internazionale nel settore con specializzazioni diverse e hanno conseguito certificazioni internazionali.
Francesca Buccafusca, CMP, CMM, CME-it
organizza e gestisce convegni medici e di amministratori pubblici
Antonio Ducceschi, CMM, FMC, CME-it
è il direttore generale dell Claster Collection del Gruppo Starhotels ed è membro di comitati internazionali di associazioni di categoria
Enrico Iesu. CMP, CME-it
coordina da anni tutti gli aspetti della ricettività dei convegnisti in località uniche come Venezia
Pier Paolo Mariotti, CMP, CMM, CME-it
dirige un centro polivalente di formazione e convegni ed è membro di comitati direttivi di prestigiosi enti e associazioni internazionali
Gaetano Sciatà, CMP, CME-it
organizza e gestisce convegni aziendali e viaggi d'incentivazione e ha contribuito all'ottenimento del riconoscimento del programma di certificazione a tre livelli da parte del Ministero dello Sviluppo Economico
Rodolfo Musco, CMP, CMM, CME-it
progetta e gestisce convegni di 15 tipologie e insegna meeting management, marketing management e dinamiche sociologiche in università di cinque continenti
ENTRA A FAR PARTE DELLA NOSTRA COMUNITÀ DI PROFESSIONISTI
Inscriversi per entrare a far parte della nostra comunità di professionisti